Il tuo browser non supporta JavaScript!
Innovazione

Mediagraf e il portale Printbee per la stampa digitale

di Antonio Lolli notizia del 13 novembre 2019

Attenzione, controllare i dati.

Più libri più liberi si conferma anno dopo anno come punto di riferimento per il confronto e lo scambio tra i diversi attori della filiera editoriale. Dopo la sua ideazione nella scorsa edizione, il Business Centre quest’anno consoliderà ulteriormente la sua centralità in un’area organica di 500 metri quadrati pensati esclusivamente per gli operatori professionali sia italiani che internazionali, che sarà attiva da mercoledì 4 a venerdì 6 dicembre.

Tra le aziende presenti, Mediagraf offrirà agli editori uno sguardo a 360 gradi sulle novità nel settore della stampa. L’azienda con sede a Noventa Padovana e oltre 30 anni di esperienza nel mondo tipografico, è tra le principali realtà italiane attive nel settore della stampa roto-offset, offset e digitale, al servizio del mondo dell’editoria, della grande distribuzione e del settore no profit. Sempre a Più libri, Mediagraf sarà la protagonista di un incontro nell'ambito del programma professionale, dal titolo Stampatori ed editori: criticità, bisogni e nuove soluzioni, previsto per giovedì 6 dicembre alle 12:30 in Sala Aldus.

«Le radici della nostra azienda sono profonde, poggiano sulla secolare tradizione del Messaggero di Sant’Antonio e della tipografia Antoniana, pionieri nelle arti grafiche in Europa – racconta Greta Zin, responsabile marketing e comunicazione dell’azienda – . Oggi Mediagraf affianca alla stampa tradizionale servizi di stampa digitale e personalizzata ad alto livello tecnologico, spingendosi fino alla ricerca di soluzioni creative e innovative per integrare la carta stampata alle infinite potenzialità dell’ambiente web. Dal 2012 è attivo Printbee.it, il portale di stampa digitale di Mediagraf, specializzato nella stampa di libri e prodotti editoriali per le piccole e medie case editrici».



Quali sono le principali finalità di Printbee.it?

Printbee.it
offre agli editori un servizio completo per la realizzazione delle proprie produzioni: dalla gestione degli ordini alla verifica dei file automatizzata, dall’impaginazione alla spedizione (con la possibilità di realizzare spedizioni multiple), fino al servizio di deposito e magazzino. Da anni lavoriamo con molte case editrici italiane, sia piccole che di grandi dimensioni. La nostra mission è offrire ai nostri editori un servizio completo ed efficiente, in grado di dare risposta e soluzione alle difficoltà che ad oggi chi lavora nel mondo dell’editoria si trova ad affrontare.
La soddisfazione e la fidelizzazione dei nostri clienti sono valori sui quali incentriamo il nostro operato. Instaurare partnership durature e di fiducia con loro ci permette di conoscere a fondo non solo il settore nel quale operiamo, ma anche le peculiarità di ogni singola realtà, alla quale forniamo un servizio tagliato «su misura».


Quali sono i temi che affronterete a Più libri più liberi?

Abbiamo scelto Più Libri più liberi quale occasione per instaurare un dialogo approfondito con gli editori. Durante l’evento di venerdì 6 dicembre presenteremo i risultati di un’indagine qualitativa che stiamo svolgendo proprio in questi giorni, il cui scopo è quello di analizzare i desideri e le richieste del mondo editoriale per quanto riguarda la stampa, ma non solo.
Dialogando con i nostri clienti, ci rendiamo conto che il mestiere dell’editore presenta delle difficoltà (dalla previsione del giusto numero di copie da stampare, alla metodologia di distribuzione, dagli «avanzi a magazzino», alla promozione dei titoli, ecc.), alle quali troppo spesso non si è in grado di dar risposta.
Vogliamo far capire agli editori che, con la scelta del giusto partner per la stampa, molti aspetti critici possono essere risolti.
Durante l’evento, saranno presenti al nostro fianco due importanti editori del panorama italiano (Marsilio Editore e Luni Editrice), che da tempo si affidano ai nostri servizi di stampa per le loro produzioni, a testimonianza del rapporto di fiducia che ci piace instaurare con i nostri clienti.


Quali saranno le sfide che gli editori (e gli stampatori) dovranno affrontare nel prossimo futuro?

La sfida più complessa che il mondo dell’editoria (e di conseguenza della stampa) deve affrontare ha un nome e si chiama «digitale». La rivoluzione digitale da anni ormai ha coinvolto, in maniera sempre più totalizzante, gli usi e le abitudini dei consumatori. Sicuramente, a oggi, l’editoria libraria è un settore che rispetto ad altri è stato «colpito» di meno, probabilmente per le profonde radici che ancora legano le persone all’abitudine di lettura di un buon libro stampato su carta. Non ci si può certo, però, nascondere dietro a un’abitudine per non affrontare la realtà: il settore digitale e il mondo social continuano a farsi avanti e a imporre nuove modalità di fruizione dei contenuti. Siamo certi che la carta stampata, soprattutto nel mondo dell’editoria, non andrà a morire, ma sicuramente deve essere interpretata in una maniera differente, integrata e più ampia. Questa è la sfida che gli editori (e noi stessi) dobbiamo intraprendere: creare un’offerta per i nostri clienti che tenga conto delle nuove esigenze, che crei una connessione tra offline e online e che non si limiti a quanto è stato ritenuto giusto fino a ora. Chi sarà in grado di evolversi e aggiornarsi, ne uscirà vincitore.


L'autore: Antonio Lolli

Editor presso la redazione del Giornale della libreria. Dopo la laurea in Ingegneria e l’esperienza di ricerca in ambito accademico svolta presso l’università di Bologna, seguo il mondo editoriale nelle sue diverse sfaccettature, con particolare interesse per il confronto tra le realtà dei diversi Paesi del mondo e per le ultime novità dal punto di vista produttivo e tecnologico.

Guarda tutti gli articoli scritti da Antonio Lolli

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.