Il tuo browser non supporta JavaScript!
Innovazione

Italia. Il 73% della popolazione è online

di Alessandra Rotondo notizia del 5 febbraio 2018

Attenzione, controllare i dati.

Anche quest’anno sono arrivati i dati sulla diffusione delle tecnologie, delle piattaforme e dei comportamenti digitali nel mondo a cura di We Are Social e Hootsuite. L’indagine condotta dall’agenzia creativa è confluita – per il settimo anno consecutivo – nel report Global Digital, che fotografa la situazione in 239 Paesi.

A livello globale, l’edizione 2018 (su dati del 2017) mostra come il numero degli utenti connessi a Internet abbia sorpassato la soglia dei 4 miliardi: vale a dire che più della metà della popolazione mondiale è oggi online. Un traguardo storico.


Nel corso del 2017, più di 250 milioni di persone si sono connessi alla rete per la prima volta. A registrare il maggior tasso di crescita è stato il continente africano, soprattutto grazie al consistente sviluppo dell’industria mobile e a una più ricca offerta di piani tariffari accessibili. Una tendenza che, negli ultimi anni, abbiamo osservato in molti Paesi caratterizzati da economie emergenti.

Parallelamente all’esercito dei «connessi» cresce l’utilizzo dei social media, registrando un numero di utenti superiore del 13% rispetto alla rilevazione di un anno fa. Oggi più di 3 miliardi di utenti nel mondo sono attivi sui social, e 9 su 10 accedono alle piattaforme (anche) attraverso dispositivi mobili.


Facebook continua a dominare lo scenario social mondiale, con una popolazione di quasi 2,1 miliardi di utenti e una crescita del 15% sul 2016. Instagram (medaglia di bronzo sul podio dei social network, ma «solo» sesta nella classifica globale, che include anche i servizi di messaging, voip e le chat app) registra una crescita straordinaria, triplicando di fatto il numero degli utenti rispetto all’anno precedente. WhatsApp e Facebook Messenger registrano un tasso di crescita doppio (30%) rispetto a Facebook.

Per quanto riguarda l’Italia, il 73% della popolazione è online (43 milioni di persone) e 34 milioni di utenti sono attivi sui social media. Durante il 2017, 4 milioni di persone in più si sono connesse a Internet rispetto al 2016 (+ 10%), medesima la percentuale di crescita degli utenti dei social (3 milioni in più).



Gli italiani trascorrono circa 6 ore al giorno online: il doppio del tempo passato a «guardare la tv». E le virgolette sono d’obbligo se si considera che, nel 2017, per il 20% degli utenti questo consumo ha riguardato «contenuti online in streaming su altri dispositivi» (era il 13% solo un anno fa).



Di queste 6 ore quotidiane, 2 vengono spese su piattaforme social. Non cambiano, rispetto a un anno fa, le gerarchie dei social più battuti: YouTube e Facebook si contendono il primato delle piattaforme su cui gli utenti sono maggiormente attivi (con Instagram a completare il podio); WhatsApp e Facebook Messenger non conoscono rivali tra le app di messaggistica.


Gli utenti italiani mensilmente attivi su Facebook sono 34 milioni
: +10% rispetto allo scorso anno. L’88% di questi accede alla piattaforma anche in mobilità. Sotto il profilo del genere, la percentuale di utenti che si accredita come di sesso femminile è il 48%, 52% per il sesso maschile. I segmenti di età più presenti sul social – tanto per gli uomini quanto per le donne – sono 25-34 e 35-44. Instagram, invece, con i suoi 16 milioni di utenti attivi al mese, coinvolge il 27% della popolazione del nostro Paese. Il 51% dei suoi utenti è donna.


Cresce il feeling tra gli italiani e il mobile
. In particolare, aumenta la percentuale degli utenti che accede alla messaggistica web da dispositivi mobili (61%, era il 51% un anno fa) e ha familiarità con servizi di navigazione mobile su mappa (51% vs 42%). In calo la fruizione di video (forse troppo impattante sul bilancio mensile dei giga), sostanzialmente costante l’utilizzo di servizi home banking e app di gioco.

L'autore: Alessandra Rotondo

Editor presso la redazione del Giornale della libreria. Mi sono laureata in Relazioni internazionali e specializzata in Comunicazione pubblica alla Luiss Guido Carli di Roma, poi ho conseguito il master in Editoria di Fondazione Mondadori, Unimi e Aie. Molti dei miei interessi coincidono con i miei ambiti di ricerca e di lavoro: i social media e la cultura digitale, il branded content, l'e-commerce, i libri non necessariamente di carta e l’innovazione in quasi tutti i suoi aspetti. Fuori e dentro Internet.

Guarda tutti gli articoli scritti da Alessandra Rotondo

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.