Il tuo browser non supporta JavaScript!
Innovazione

Il primo Publishing Summit organizzato dal W3C

di Denise Nobili notizia del 19 settembre 2017

Attenzione, controllare i dati.

Il 9 e il 10 novembre, in occasione di TPAC – il più importante evento annuale del W3C – si terrà a San Francisco, California, il primo W3C Publishing Summit organizzato dal W3C, una due giorni sul futuro dell’editoria e sugli effetti e sulle opportunità offerte dalle tecnologie digitali. Un aspetto che la fusione dell’International Digital Publishing Forum con il W3C ha reso particolarmente centrale: non a caso il titolo dell’incontro è «How Web Technologies are Shaping Publishing Today, Tomorrow, and Beyond».

Abhay Parasnis, direttore tecnico di Adobe, aprirà la prima giornata del summit, mentre Tim O’Reilly, fondatore e CEO di O’Reilly Media, introdurrà la seconda. Trai i relatori in programma altri grandi nomi e professionisti del mondo digitale, provenienti da realtà significative, come, Jeff Jaffe (W3C), Marcos Caceres (Mozilla), David Cramer (Hachette Book Group), Ben Dugas (Rakuten Kobo),  Micah Bowers (Bluefire), George Kerscher (DAISY), Garth Conboy (Google), Liisa McCloy-Kelley (Penguin Random House), Tzviya Siegman (Wiley).

Come mostra la lunga lista di relatori previsti e la varietà delle competenze, il summit presenterà lo stato di avanzamento dei lavori in corso all’interno del W3C sulle WEB Publications e sull’EPUB4, ma analizzerà anche le relazioni tra l’editoria e le altre realtà del mondo digitale, per favorire lo scambio di modelli e modi di agire in settori che possono essere complementari, fornendo un panorama utile a una vasta audience sia tecnica sia orientata al business. La concomitanza con il TPAC permetterà a chi partecipa di accedere all’area demo dove verranno presentate soluzioni innovative e di avere occasioni di scambio e di discussione con gli sviluppatori web e gli esperti tecnici presenti.

L’editoria e il web interagiscono in molti modi, dalle biblioteche alla creazione di archivi online, dai metadata al tracciamento delle preferenze e abitudini di lettura: questa prima edizione del W3C Publishing Summit si propone di mostrare in che modi le tecnologie digitali stanno rendendo l’editoria più accessibile, più efficiente e aperta a orizzonti internazionali.

Cristina Mussinelli, consulente Aie per l’editoria digitale e membro del W3C Publishing Steering Committee e del board dell’EDRLab (European Digital Reading Laboratory), sarà presente al summit, coordinando un panel che metterà a confronto la situazione dei mercati e delle tecnologie che riguardano l’editoria digitale in Asia, Europa, e America Latina.  Al confronto parteciperanno Laurent Le Meur (direttore tecnico di EDRLab), Yasushi Fujita (CEO di Media DO) e Julian Calderazi (DigitalBe).

Sono previste diverse categorie di fee a seconda se si sia membri del W3C, si partecipi anche al TPAC. Fino al 6 ottobre sono previste tariffe ridotte. Maggiori informazioni possono essere consultate a questo link.

 

L'autore: Denise Nobili

Laureata in Filologia, mi sono poi specializzata e ho lavorato in comunicazione, approdando infine al Master in Editoria della Fondazione Mondadori. Oggi lavoro come editor al Giornale della Libreria, e mi occupo di accessibilità digitale in Fondazione LIA.
Sono interessata a tutto ciò che è comunicazione della cultura, nuovi media, e mi affascinano gli aspetti più pop e innovativi del mondo del libro.

Guarda tutti gli articoli scritti da Denise Nobili

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.