Il tuo browser non supporta JavaScript!
Innovazione

Editoria e blockchain. Arriva la partnership tra Forbes e Civil

di Alessandra Rotondo notizia del 15 October 2018

Attenzione, controllare i dati.

Civil è una start up nata a New York un paio di anni fa con il dichiarato intento di «salvare il giornalismo con la blockchain». Le sue newsroom – il nome con cui vengono definiti i progetti editoriali che ne fanno parte – sono per lo più finanziate dai lettori e non ospitano alcun contenuto pubblicitario. Gli utenti possono abbonarsi oppure fare donazioni, in dollari, euro o Cvl, la criptovaluta usata dalla piattaforma. Molti articoli sono aperti, ma solo i sostenitori di Civil partecipano alla governance del sito e controllano che giornalisti e contenuti aderiscano alle regole stabilite dal suo statuto: niente fake news, nessuna formula d’incitamento all’odio, bandite scorrettezze e «trollaggi» d’ogni genere.
 
È notizia di questi giorni che Forbes publishing – editore dell’omonima rivista di economia e finanza fondata a New York più di cento anni fa – sarà la prima media major a sperimentare la pubblicazione su blockchain, proprio grazie a una collaborazione con Civil.
 
L'accordo consentirà all’editore di sperimentare gli effetti – in particolare sulla fiducia del pubblico – della condivisione di contenuti sulla piattaforma decentralizzata. E sappiamo quanto quella della fiducia sia una questione cruciale oggi, in un momento di consistente perdita di autorevolezza da parte dei media «ufficiali» e di continue minacce alla correttezza e alla libertà dell’informazione.

Quando Forbes implementerà il software di Civil nel suo sistema proprietario di gestione dei contenuti, i suoi giornalisti saranno in grado di caricare gli articoli sulla rete Civil e allo stesso tempo postarli sul sito web di Forbes. Inizialmente, il nuovo processo si applicherà solo alle notizie riguardanti il mondo delle criptovalute: un focus tematico che la rivista ha sviluppato molto nel corso dell’ultimo anno. Tuttavia, se l'esperimento avrà successo, anche gli altri contenuti cominceranno a essere pubblicati sulla blockchain.

La pubblicazione dei contenuti su Civil determinerà in modo indelebile e inalterabile la creazione di un «fascicolo» sull’autore, che ne certifichi l’identità, la credibilità e l’affidabilità come fonte rispetto all’argomento trattato. Accanto agli articoli pubblicati tramite blockchain, sul sito di Forbes comparirà un badge distintivo, per segnalare che il contenuto è stato pubblicato in conformità con i valori giornalistici di Civil. La società potrebbe poi estendere l'utilizzo della soluzione decentralizzata a tutta la sua vasta rete di contributori e, attraverso l'uso di smart contracts, gli autori di Forbes potranno caricare i loro articoli sul CMS dell'azienda e condividerli su altre piattaforme, come LinkedIn e Medium, oltre che sul sito della rivista e su Civil.

Le sperimentazioni concrete partiranno nei primi mesi del 2019. Una notizia non di poco conto se si considera che, attraverso la sua edizione principale e le sue localizzazioni, Forbes raggiunge oltre 120 milioni di utenti in tutto il mondo.

L'autore: Alessandra Rotondo

Editor presso la redazione del Giornale della libreria. Mi sono laureata in Relazioni internazionali e specializzata in Comunicazione pubblica alla Luiss Guido Carli di Roma, poi ho conseguito il master in Editoria di Fondazione Mondadori, Unimi e Aie. Molti dei miei interessi coincidono con i miei ambiti di ricerca e di lavoro: i social media e la cultura digitale, il branded content, l'e-commerce, i libri non necessariamente di carta e l’innovazione in quasi tutti i suoi aspetti. Fuori e dentro Internet.

Guarda tutti gli articoli scritti da Alessandra Rotondo

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.