Il tuo browser non supporta JavaScript!
Innovazione

Bundle a fumetti, anche DC comics verso carta+digitale

di Camilla Pelizzoli notizia del 30 January 2017

Attenzione, controllare i dati.

Il mondo dei fumetti si sta rapidamente abituando al digitale. Prima è cresciuta la loro presenza nei servizi di subscription – prima con Scribd, ora dismessa, poi con Comixology – e, man mano, sono nate anche piattaforme per l’acquisto e l’abbonamento interne alle realtà maggiori, come Marvel e DC, che ora offrono la possibilità di iscriversi alle proprie serie preferite per farsi recapitare il nuovo numero direttamente sul device scelto; nel frattempo è cresciuta anche l’offerta dei digital first, i titoli offerti in anteprima digitale, segno che c’è l’intenzione non solo di soddisfare i desideri di chi già legge online, ma anche di portare nuovi lettori sugli store digitali.
E a livello tecnologico non mancano gli sviluppi: sempre più, infatti, si ragiona per adattare i fumetti al formato di smartphone e tablet, lavorando sui baloon o sull’impaginazione delle pagine e delle vignette, così da migliorare l’esperienza di lettura.

Non stupisce, quindi, che anche i bundle di titoli cartacei e corrispettivo digitale stiano cominciando a farsi vedere e a modificare il mercato, a cominciare dal prezzo. DC comics, infatti, ha annunciato che a partire da aprile molte delle proprie serie mensili più popolari vedranno il prezzo aumentare di un dollaro (da 2,99 $ a 3,99 $), e che ogni fascicolo conterrà un codice che garantirà l’accesso a una copia digitale, che i lettori potranno scaricare dal sito di e-commerce ufficiale della casa editrice. L’aumento di prezzo, dunque, va a coprire l’aggiunta della versione digitale, un’implementazione che aveva trovato forti sostenitori tra i lettori della DC (e non solo).
Inoltre, verranno compresi in questa nuova formula anche i titoli che erano già prezzati a 3,99 $, in particolare quelli appartenenti alla nuova linea Rebirth (Rinascita in Italia), su cui la casa editrice sta puntando molto dopo i risultati non sempre eccelsi di The New 52 (I nuovi 52 nelle nostre edicole).

«Dare valore ai lettori era una componente fondamentale della nostra iniziativa Rinascita, e con questo cambiamento stiamo continuando a impegnarci in questo senso» ha detto John Cunningham, senior vice president per il dipartimento vendite e marketing. «Abbiamo ascoltato i molti fan che volevano leggere e collezionare i nostri libri sia in formato digitale che cartaceo, così questa nostra nuova offerta dà ai lettori DC la convenienza che hanno chiesto».

Gli unici titoli che, stando al comunicato, vedranno il prezzo invariato sono i bimestrali, che rimarranno a 2,99 dollari.

Un’iniziativa come questa, che va soprattutto a rispondere alle richieste dei lettori, sottolinea due cose: l’importanza del mercato digitale (che, per quanto riguarda i fumetti negli Stati Uniti, si aggira ormai attorno ai 90 milioni di dollari) e la familiarità che il lettore di comics ha con la lettura su dispositivi mobili. Non resta che vedere quali saranno i risultati, in termini di rendita, per la DC, soprattutto visto che la Marvel, dopo aver proposto un servizio dello stesso tipo, si sta muovendo per fare (una sorta di) retromarcia, proponendo non più il corrispettivo digitale ma due titoli, fissi, del catalogo. Forse la Distinta concorrenza, imparando dagli errori della Casa delle Idee, riuscirà a muoversi meglio e andare incontro ai desideri dei lettori.

L'autore: Camilla Pelizzoli

Laureata in Lettere moderne (con indirizzo critico-editoriale), ho frequentato il Master in editoria. Mi interessa la «vita segreta» che precede la pubblicazione di un libro – di carta o digitale – e mi incuriosiscono le nuove forme di narrazione, le dinamiche delle nicchie editoriali e il mondo dei blog (in particolare quelli letterari).

Guarda tutti gli articoli scritti da Camilla Pelizzoli

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.