Il tuo browser non supporta JavaScript!
Innovazione

Accessibilità in editoria. Iscrizioni aperte fino al 20 marzo per il corso Aie e Lia

di Pia Ferrara notizia del 7 marzo 2017

Attenzione, controllare i dati.

L’accessibilità dei contenuti digitali per le persone con disabilità visive è un tema che negli ultimi anni è diventato sempre più rilevante e strategico, non solo per gli editori, ma per tutti coloro che producono contenuti digitali, soprattutto alla luce delle normative internazionali ed europee in tema di accessibilità.  Nel 2016 è entrato in vigore, a tre anni dalla ratifica del 2013, il Trattato di Marrakech, che ammette eccezioni al diritto d’autore per prodotti editoriali destinati a persone con disabilità visive. Al Parlamento Europeo è inoltre attualmente in discussione l’European Accessibility Act, che definisce requisiti e standard per l’accessibilità di e-book, sistemi di lettura e piattaforme digitali, in particolare quelle adibite all’e-commerce.

Tutti questi temi, al centro del dibattito internazionale, vengono seguiti in Italia da Fondazione Lia - Libri Italiani Accessibili, che svolge da anni diverse attività in linea con l’evoluzione tecnologica e normativa del settore: all’osservatorio sulle soluzioni per la lettura digitale accessibile, si accompagnano la proattiva collaborazione per la definizione degli standard con le principali organizzazioni internazionali che si occupano di accessibilità e l’aggiornamento del catalogo www.libriitalianiaccessibili.it, che raccoglie le informazioni sull’accessibilità degli e-book pubblicati dalle case editrici che usufruiscono del servizio di controllo e certificazione di accessibilità erogato da Lia. L’esperienza accumulata nel corso degli anni ha portato la Fondazione a svolgere attività di consulenza, in Italia – per banca Intesa Sanpaolo – e all’estero – per WIPO, World Intellectual Property Organization e per l’Ufficio Pubblicazioni dell’Unione Europea. Per mettere a frutto questo know how l’Associazione Italiana Editori ha organizzato in collaborazione con Lia il corso “Accessibilità in editoria”.

La giornata di formazione, a cui è possibile iscriversi entro e non oltre il 20 marzo, si svolgerà presso la sede milanese dell’Aie di Corso di Porta Romana 108 il 30 marzo (dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 17.30) e sarà focalizzata sull’accessibilità di pubblicazioni digitali e siti web, piattaforme di e-commerce e applicazioni. Sul sito dell’Aie sono presenti le informazioni sui costi del corso e il modulo di iscrizione.

I docenti, Gregorio Pellegrino (Fondazione Lia) e Luca Ciaffoni – che lavora da anni per l’Istituto dei Ciechi «F. Cavazza» come sviluppatore di soluzioni per disabili visivi – ripercorreranno l’evoluzione degli standard internazionali fino alle attuali linee guida e checklist per l’accessibilità dei principali formati editoriali digitali (PDF, EPUB3, HTML5), le linee guida WCAG 2.0 per le piattaforme accessibili e le linee guida per sviluppare app accessibili per Android e iOS.

«Ho sempre considerato l’accessibilità un investimento professionale» dice Gregorio Pellegrino, laureato in ingegneria informatica ed esperto di editoria digitale e nuovi media, che per Fondazione Lia segue working group internazionali sull’accessibilità delle pubblicazioni e gli standard dei formati. «A parte Fondazione Lia non esistono altre realtà italiane che oltre a seguire lo sviluppo degli standard di accessibilità internazionali partecipino attivamente alla loro definizione. L’accessibilità è una cultura, e il nostro obiettivo è diffonderla il più possibile nel nostro Paese».

CLICCA SUL BANNER PER MAGGIORI INFORMAZIONI

L'autore: Pia Ferrara

Pugliese di nascita, vivo e lavoro a Milano, dove mi occupo di editoria e comunicazione. Collaboro con Fondazione LIA e lavoro come digital PR e giornalista freelance. Mi occupo di letteratura Fantasy, tema su cui ho pubblicato decine di articoli e due saggi brevi, e porto avanti i miei progetti di scrittura e dominio del mondo su Medium.

Guarda tutti gli articoli scritti da Pia Ferrara

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.