Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina
Fiere e saloni

Italia Ospite d’Onore 2024. Ecco le autrici e gli autori che il programma AIE porterà alla Fiera del libro di Francoforte

di Redazione notizia del 28 maggio 2024

Oltre 100 autrici e autori e ospiti per 80 incontri: queste le coordinate della partecipazione dell'Italia come Ospite d'Onore 2024 alla Frankfurter Buchmesse. Durante la conferenza stampa di presentazione – tenutasi questa mattina a Francoforte – è stato annunciato il programma letterario e professionale a cura dell’Associazione Italiana Editori.

Trentasei anni dopo la prima volta, nel 1988, l’Italia – con i suoi libri, le sue autrici e i suoi autori, la sua storia e la sua cultura – torna protagonista alla 76ª edizione della Fiera del libro di Francoforte, che si terrà dal 16 al 20 ottobre 2024, il più importante evento internazionale per lo scambio dei diritti e punto di riferimento per gli editori di tutto il mondo, con espositori provenienti da oltre 120 Paesi.

Il Giornale della Libreria, media partner della manifestazione, sarà in fiera con un numero interamente dedicato all’importante partecipazione e distribuito in tiratura speciale, sia in italiano che in inglese.

L’Italia si presenta con un programma che mira a legare la secolare tradizione di cultura, arte e creatività italiana con lo sguardo rivolto all’avvenire. L’Arena e il Caffè Letterario, spazi centrali del padiglione di Italia Ospite d’Onore disegnato da Stefano Boeri (qui sotto un render), saranno le piazze dove si terranno gli incontri del programma letterario, mentre nel tradizionale stand collettivo italiano, che ospita gli espositori, si terranno gli incontri del programma professionale. Tre luoghi per un unico programma curato da AIE con l’obiettivo di rappresentare tutta la varietà e le diversità del mondo del libro, tema al cuore dell’iniziativa Italia Ospite d’Onore coordinata dal commissario straordinario del Governo Mauro Mazza che ha scelto come filo conduttore il tema Radici nel futuro.



Ci sarà spazio per narrativa e saggistica, poesia e libri per ragazzi, per le novità più recenti e per i classici più amati. Si esploreranno i generi letterari (dal giallo al romance), ci si addentrerà nel vivace universo dei fumetti e delle graphic novel e si affronteranno fuoripista nel cinema, nella musica, nell’arte, nella scienza, nel design, nel turismo, senza dimenticare le sfide cruciali per il futuro del pianeta e della società: l’ambiente, la tecnologia, la geopolitica, l’Europa.
«Siamo orgogliosi di aver costruito un programma che racconta cos’è l’editoria italiana oggi e con quali libri, autori, idee si affaccia al mondo: lo abbiamo costruito in dialogo con editori e agenti, includendo autori già tradotti e con nuove traduzioni nell’arco del 2024 ma anche altri che ancora non lo sono, ma potenzialmente interessanti per il pubblico straniero – spiega il presidente di AIE Innocenzo Cipolletta –. È un programma rappresentativo del maggior numero di discipline, generi e generazioni di autori, pubblicati da grandi gruppi editoriali così come da piccole e medie case editrici».
«Il programma letterario e professionale curato da AIE rispecchia al meglio questa apertura» aggiunge Mauro Mazza, commissario straordinario del Governo per la Fiera del libro di Francoforte 2024.

Questa mattina sono stati annunciati tutti gli autori italiani e le autrici che prenderanno parte al programma dell'Italia Ospite d'Onore: verranno esplorate una serie di tematiche, a partire dalle parole, gli strumenti che gli esseri umani hanno affinato per comprendere, interpretare e raccontare il nostro tempo. Attraverso una serie di incontri, si parlerà di bellezza con la scrittrice Susanna Tamaro e il filosofo Stefano Zecchi, apocalisse con Carlo Rovelli e il teologo don Luigi Maria Epicoco. Il percorso proseguirà con un focus su ieri, oggi e domani affidato alle solo session di Dacia Maraini, Claudio Magris e Alessandro Baricco, per trattare poi il tema dell’assenza con Daniele Mencarelli ed Emanuele Trevi, il caos con Francesco Piccolo e Sandro Veronesi, i classici con Alessandro D’Avenia e Susanna Tamaro, il confine con Mauro Covacich e Paolo Rumiz. E ancora la cura con Francesca Melandri e Fabio Stassi, l’etica con Gianrico Carofiglio ed Emanuele Coccia, la genesi con Erri De Luca e Guido Tonelli, i luoghi con Paolo Cognetti e Nicola Lagioia, il piacere con Giuseppe Culicchia e Giordano Bruno Guerri. Si parlerà anche di scienza con Guido Barbujani e Massimo Sandal, di storie con Alessandro Barbero e Aldo Cazzullo, di tradimenti con Marco Missiroli e Valeria Parrella, di traduzione con Marco Balzano e Paolo Nori. A un discorso sul metodo della e nella scrittura saranno invece dedicate alcune interviste quotidiane di Loretta Cavaricci.

Le donne saranno al centro di uno dei format più trasversali del programma letterario, in cui si partirà da molto lontano, puntando i riflettori sul lato femminile dell'arte e della letteratura con Melania G. Mazzucco e Annalena Benini, per poi dialogare di editoria e letteratura con Rosella Postorino e Chiara Valerio, e addentrarsi nelle questioni legate al genere – tra adolescenza, violenza ed emancipazione – con Silvia Avallone, Giulia Caminito, Ginevra Lamberti e Alice Urciuolo.

I nuovi orizzonti e l’intreccio tra culture, tradizioni e identità verranno esplorati da Claudia Durastanti e Helena Janeczek, da narratrici-giornaliste come Igiaba Scego e voci emergenti come Olga Campofreda, Maddalena Fingerle e Anna Giurickovic Dato. A loro si aggiungeranno due autori focalizzati sul territorio italiano: dal mare su cui si affacciano le storie noir di Vins Gallico all’entroterra esplorato da Sacha Naspini.
All’attitudine unica nel guardare indietro nel tempo per rivolgersi ai lettori di oggi saranno dedicati vari appuntamenti: da quelli più letterari con Viola Ardone, Donatella Di Pietrantonio e Gian Marco Griffi, a quelli che si intrecciano con il mondo e i misteri dell’arte con Rita Charbonnier, Luigi De Pascalis e Carlo Vecce, a quelli che raccontano le grandi dinastie reali e imprenditoriali con Alessandra Necci e Stefania Auci.

Un ciclo di incontri sarà invece destinato ai rapporti tra Italia e Germania, spaziando dalla secolare fascinazione che i tedeschi hanno sempre provato per la Sicilia, raccontata da Pietrangelo Buttafuoco e Antonio Franchini, alla più recente attrazione esercitata da Berlino sui giovani autori italiani, narrata da Andrea Bajani e Mario Desiati, alla ricerca comune di un nuovo grande romanzo europeo con Vincenzo Latronico e Gianluigi Simonetti.
Sul tema della «cultura che unisce» – e in particolare sul ruolo degli intellettuali – dialogheranno Marina Valensise e Marcello Veneziani. Si parlerà poi di politica (con Alessandro Campi e Andrea Romano), religione (con rav Scialom Bahbout e monsignor Francesco Moraglia), del libro come veicolo universale e tecnologico di cultura (con Umberto Vattani e Massimo Bray), della formazione (con Matteo Lorito) e del rapporto tra Europa e Russia con Gennaro Malgieri e Luciano Mecacci.

Soprattutto, grande spazio sarà dedicato ai generi. Il giallo verrà presentato in tutte le sue sfumature con due dei più popolari autori italiani contemporanei, Maurizio de Giovanni e Antonio Manzini, e l’omaggio al maestro che a partire dagli anni Novanta ha ridato nuova linfa al genere, Andrea Camilleri. Un genere che sta acquisendo sempre più importanza nel mercato del libro, il romance, sarà invece al centro degli incontri con Cristina Caboni, Erin Doom, Felicia Kingsley e Kira Shell.
Il mondo dei fumetti, delle graphic novel e dell’illustrazione sarà esplorato da protagonisti del settore come Beatrice Alemagna, Lorenzo Mattotti, Alessandro Sanna, Olimpia Zagnoli, Igort, Luca Enoch, Milo Manara, Teresa Radice, Stefano Turconi e Pera Toons.
L’editoria per bambini e ragazzi, uno dei principali motori dell’editoria italiana contemporanea, avrà uno spazio dedicato di primissimo piano alla Fiera di Francoforte. Protagoniste saranno alcune delle storie di maggior successo dell’editoria italiana per ragazzi, da Elisabetta Dami – creatrice di Geronimo Stilton –, Pierdomenico Baccalario, Davide Calì, Chiara Carminati, Elisabetta Gnone, Beatrice Masini, Davide Morosinotto, Marta Palazzesi e Patrizia Rinaldi.
La poesia sarà affidata ad alcune delle voci più riconoscibili del panorama italiano contemporaneo: Franco Buffoni, Giuseppe Conte, Vivian Lamarque e Davide Rondoni.

Oltre al programma letterario, AIE si occupa inoltre del programma professionale, con l’ambizione di dare voce alla complessità del mondo del libro nella sua interezza, in un confronto che parte dal caso italiano per arrivare al mondo. I generi in cui si articola l’offerta editoriale italiana e le sue eccellenze saranno al centro di una striscia quotidiana di confronti tra editori per aprirsi al pubblico straniero e dove si parlerà di narrativa, saggistica, libri per ragazzi, fumetti, libri d’arte e di design e altro ancora.
Gli ultimi dati di mercato, l’analisi dei flussi della vendita di diritti di traduzione saranno al centro di altri incontri che partono dai numeri per arrivare a un racconto dell’evoluzione dell’industria italiana, europea e mondiale. Ma si parlerà anche degli storici rapporti che legano l’editoria italiana e tedesca, delle sfide della traduzione tra riproposta di grandi classici e nuovi linguaggi, del ruolo degli archivi con la Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori, dei premi letterari (con il Premio Strega, i Lucca Comics Awards e Invictus – Premio Letterario Sportivo), dei molti festival della Penisola tra cui BookCity Milano e Taobuk – Taormina Book Festival. Si racconteranno i programmi per la promozione della lettura e del libro con #ioleggoperché e si confronteranno le diverse politiche europee in questa materia.

Su temi quali l’utilizzo dell’intelligenza artificiale connessa al diritto d'autore e l’accessibilità si parlerà insieme alla Federazione degli editori europei e Fondazione LIA. Quest’ultima proporrà il format dei Reading al buio, un’esperienza che permette di raccontare il tema dell’accessibilità digitale delle persone con disabilità visiva attraverso letture in assenza di luce.

Con la Bologna Children’s Book Fair / BolognaFiere si parlerà delle nuove leve delle illustratrici e illustratori italiani a partire dalla mostra Matite giovani tra illustrazioni e fumetto, che sarà allestita nel Padiglione italiano, curata da Accademia Drosselmeier. Con Più libri più liberi, Fiera nazionale della piccola e media editoria, verrà analizzato il ruolo delle piccole e medie imprese del mondo del libro, con Lucca Comics & Games si darà visibilità al fumetto italiano. Sempre a proposito di mostre nel Padiglione italiano, Scritto in faccia racconterà, attraverso le foto d’epoca dei protagonisti, il Novecento degli scrittori, tema a cui sarà anche dedicato un incontro. Da un’idea originale di The Italian Literary Agency, a cura di Alberto Saibene.

Il percorso dell’editoria italiana nel mondo è reso possibile dall’impegno del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale con le rappresentanze locali di Ambasciate e Istituti Italiani di Cultura, del Ministero della Cultura con il Centro per il libro e la lettura, dell’ICE - Agenzia per la promozione all’estero e all’internazionalizzazione delle imprese italiane e alla collaborazione dell’Associazione Italiana Editori.

In questi mesi che ci separano dalla Buchmesse, il Giornale della Libreria si preparerà all’importante evento proponendo una serie di approfondimenti sulle tematiche esplorate nel programma letterario a cura di AIE.

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.