Il tuo browser non supporta JavaScript!
Fiere e saloni

È ufficiale: Più libri si trasferisce alla Nuvola

di Antonio Lolli notizia del 26 settembre 2017

Attenzione, controllare i dati.

L’edizione 2017 di Più libri più liberi si preannuncia particolarmente ricca di novità. A partire dalla nuova sede che dal 6 al 10 dicembre ospiterà la manifestazione: il Roma Convention Center La Nuvola, il nuovo centro congressuale progettato da Massimiliano e Doriana Fuksas e inaugurato il 29 ottobre scorso, di cui tanto si è parlato in questi mesi.
La struttura, con i suoi 8 mila posti complessivi e un auditorium in ciliegio americano capace di accogliere 1.800 persone, sarà lo scenario architettonico contemporaneo e quasi onirico per la manifestazione che rappresenta il principale luogo di scambio e di incontro per la piccola e media editoria italiana. Ogni anno, infatti, editori, autori e lettori trovano in Più libri uno spazio di confronto privilegiato, grazie alla ricchezza dell’offerta tematica e all’articolazione degli eventi proposti.
La nuova sede consentirà la partecipazione di un numero maggiore di editori, rispetto alle passate edizioni al Palazzo dei Congressi dell’EUR, e costituirà un ambiente più agevole e comodo per i visitatori: i metri quadrati espositivi dedicati agli editori passeranno infatti da 2 mila a 3.500. Un intero piano di 5 mila metri quadri ospiterà invece gli spazi comuni e gli stand collettivi.

«È un passaggio che ci rende orgogliosi – ha commentato il presidente di Aie Ricardo Franco Levi –. La nostra Più libri più liberi in un palcoscenico così prestigioso e innovativo consolida la manifestazione come appuntamento fondamentale dell’Associazione, insieme a Tempo di Libri, perché dedicata espressamente alla piccola e media editoria e voluta e sostenuta da tutta l’editoria, grande e piccola».

I numeri dell’edizione dell’anno scorso di Più libri hanno confermato la fiducia del pubblico e degli operatori professionali: 50 mila presenze, 409 espositori, oltre 350 incontri e la partecipazione di circa mille relatori. Tutti segnali della grande attenzione che continua ad avere la produzione dei piccoli e medi editori, che rappresenta una ricchezza inestimabile per il settore e dell'attenzione che Aie ha da oltre 16 anni verso questa parte del tessuto imprenditoriale dell'editoria italiana. Le piccole case editrici, infatti, si trovano spesso a lavorare sulle componenti più qualificate e innovative della domanda di lettura (in particolare, ma non solo, le fasce rappresentate dai lettori forti e abituali) e per questo sono proiettate verso la sperimentazione e l’anticipazione delle nuove tendenze di lettura. Proprio per questi motivi, la Nuvola rappresenta per la manifestazione (e per la piccola e media editoria in generale) la possibilità concreta di esplorare nuove possibilità di organizzazione degli spazi e di immaginare nuove forme di coinvolgimento del pubblico.

«Lo spostamento di sede non ha solo una rilevante valenza logistica, ma anche simbolica – ha sottolineato Annamaria Malato, presidente di Più libri più liberi –. La manifestazione culturale più importante della Capitale sarà ospitata nell’opera architettonica più all’avanguardia d’Europa. Più libri non muterà il suo carattere di appuntamento esclusivo per l’editoria indipendente, ma tutti gli attori coinvolti, editori e organizzatori, sono da tempo al lavoro per presentare un programma ancora più avvincente delle passate edizioni per accogliere adeguatamente il pubblico di lettori che invaderà la fiera quest’anno, ancora più numeroso che negli anni passati. In questi anni la fiera ha sofferto l'impossibilità di crescere ulteriormente, poiché la bellissima sede che finora l’ha ospitata non le ha permesso in nessun modo di ampliare gli spazi espositivi, né i calendari degli incontri. E così, anno dopo anno, si è allungata la lista di attesa dei colleghi interesstai a partecipare ma che non hanno trovato spazio. Ora invece si offre una grande opportunità di ulteriore crescita. Sarà la prima occasione in cui tale luogo verrà restituito alla città in tutta la sua bellezza e operatività. Entrare alla Nuvola per la prima volta trasmette un’emozione fortissima al visitatore, e questo ha fatto nascere una forte attesa tra i cittadini romani».

Per accompagnare il cambiamento di questa edizione, Più libri più liberi ha aggiornato la propria identità visiva, con un restyling del logo curato dall’agenzia di grafica Bunker, e ha reso il suo segno grafico ancor più moderno e leggero. Ha centrato inoltre la sua campagna di comunicazione sulla bellezza architettonica della Nuvola, attraverso le immagini di Roland Halbe, che ha ritratto le più grandi architetture moderne e contemporanee internazionali.


Una delle campagne di comunicazione centrate sull'architettura della Nuvola, grazie alle fotografie di Roland Halbe

L'autore: Antonio Lolli

Editor presso la redazione del Giornale della libreria. Dopo la laurea in Ingegneria e l’esperienza di ricerca in ambito accademico svolta presso l’università di Bologna, seguo il mondo editoriale nelle sue diverse sfaccettature, con particolare interesse per il confronto tra le realtà dei diversi Paesi del mondo e per le ultime novità dal punto di vista produttivo e tecnologico.

Guarda tutti gli articoli scritti da Antonio Lolli

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.