Il tuo browser non supporta JavaScript!
Editori

Programma culturale, oltre 300 eventi per accontentare tutti i lettori

di E. Draghi notizia del 21 novembre 2012

Attenzione, controllare i dati.

Il programma di Più libri più liberi quest’anno si arricchirà di nuove correnti letterarie internazionali (Russia, Brasile, Grecia e Africa). Lo vedremo venerdì 7 con Zachar Prilepin, giornalista, ex-soldato nella guerra in Cecenia, autore simbolo della nuova Russia, di cui Voland traduce il bestseller Il peccato; oppure sabato 8 con la testimonianza di Christos Ikonomou, che nell’antologia Qualcosa capiterà, vedrai (Editori Riuniti) racconta il dramma della crisi greca (in un incontro con Marino Sinibaldi e Andrej Longo); o con Moussa Konaté (Del Vecchio) che racconterà il poco conosciuto mondo del noir africano; ma ancora lo scopriremo domenica 9, con José Eduardo Agualusa, che presenta Barocco tropicale (laNuovafrontiera). 

Ma a Più libri si ascolterà anche la lezione di maestri della narrativa italiana contemporanea e si andrà alla scoperta dei giovani autori della nuova generazione. Si parlerà di mafia, di storia, di società… ma anche di fisco, yoga e calcio, scoprendo il modo in cui queste materie vengono trattate, scritte, raccontate. Un percorso ricco e variegato, impossibile da riassumere in poche righe. Solo alcuni nomi: Fulvio Ervas, Giuseppina Torregrossa , Maria Giuseppina Pagnotta, Enzo De Caro, Andrea Camilleri, Rossana Campo, Massimo Carlotto, Michela Murgia, Gianluca Morozzi, Silvana De Mari, Giulio Mozzi… e ancora Pietro Grasso, Silvio Orlando, Walter Veltroni, Valerio Mastandrea, Marco Bellocchio.

Più libri non si limiterà alla parola ma esplorerà i mille modi in cui essa si mescola, fonde e reinventa con le altre discipline creative: il fumetto, la musica, il cinema, l’arte, le nuove suggestioni digitali. A questo intreccio di narrazioni sono dedicati diversi appuntamenti della Fiera, capaci di creare gli accostamenti più imprevedibili e suggestivi. Come quello tra l’opera di David Bowie e la musica italiana, protagonista dell’incontro con Leo Mansueto, John Vignola e i cantanti Pierpaolo Capovilla (Teatro degli Orrori), Giulio Casale (Estra) e Federico Fiumani (Diaframma). Si parlerà di favole per bambini con Satta, in Ci sarà una volta. Favole e mamme in ambulatorio (Infinito), presentato da Sandro Portelli con Concita De Gregorio; di fumetti, con Vasco Brondi (Le Luci della Centrale Elettrica), che a Roma presenterà il suo esordio come sceneggiatore Come le strisce che lasciano gli aerei (Coconino Press). Nel caleidoscopico mondo di Più libri più liberi, il fumetto non si incrocia però solo con la musica. Sabato 8 Lorenzo Mattotti presenta la sua versione disegnata di Huckleberry Finn, dialogando con Vincenzo Mollica (Orecchio Acerbo). Il giorno successivo, l’appuntamento è con Michele “Zerocalcare” Lech (Bao Publishing). Suggestioni cinematografiche saranno presenti nei reading organizzati da Emons: audiolibri, protagonisti il regista Nanni Moretti (impegnato in letture di Goffredo Parise) e l’attore Fabrizio Gifuni (pagine di Carlo Emilio Gadda).


Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.