Il tuo browser non supporta JavaScript!
Editori

Premio DeA Planeta. Un nuovo incentivo alla cultura letteraria

di Redazione notizia del 26 September 2018

Attenzione, controllare i dati.

Istituito a Barcellona dalla casa editrice di cui porta il nome, il Premio Planeta è uno dei più importanti riconoscimenti della letteratura in castigliano. Quando l’editore José Manuel Lara vi diede avvio, nel 1952, l’obiettivo che lo ispirò fu quello di promuovere la pubblicazione e la diffusione delle opere inedite di autori spagnoli. Da allora il premio è cresciuto, adattandosi ai periodi storici, al gusto e alle sensibilità di editori e lettori e premiando autori la cui notorietà ha non di rado valicato i confini nazionali: da Mario Vargas Llosa ad Alicia Giménez-Bartlett, da Clara Sánchez a Dolores Redondo, passando per Eduardo Mendoza, Manuel Vázquez Montalbán, Lorenzo Silva, Javier Moro, Terenci Moix e tanti altri.

Prendendo ispirazione dal successo pluridecennale dell’esperienza spagnola, DeA Planeta Libri – nata a inizio 2017 dai gruppi De Agostini e Planeta – ha deciso di proporre anche in Italia un premio, con l’obiettivo di contribuire a dare nuovo impulso ed energia al mercato editoriale italiano e offrire al grande pubblico romanzi di qualità.

Presentato ieri a Milano, il Premio DeA Planeta ha due caratteristiche fondamentali: il valore economico (150 mila euro) e il suo sbocco internazionale. L’opera vincitrice sarà infatti pubblicata in Italia da DeA Planeta e promossa con un intenso tour di presentazioni sul territorio nazionale. Contestualmente sarà pubblicata in Spagna e America Latina da editori del gruppo Planeta e verrà tradotta in lingua inglese e francese per essere proposta a editori internazionali di quei mercati.

«L’auspicio è che scrittori in lingua italiana in tutto il mondo siano incentivati a partecipare e che, anno dopo anno, le opere vincitrici possano conquistare tutti i lettori, anche quelli che nelle ultime stagioni hanno abbandonato l’abitudine alla lettura» ha dichiarato Daniel Cladera, direttore generale editoriale di DeA Planeta Libri.

Saranno due le fasi di valutazione delle opere candidate: una prima selezione sarà operata da un comitato di lettura coordinato dalla casa editrice e condurrà a una cinquina di finalisti, mentre una giuria composta da cinque personalità della cultura curerà la selezione finale. Per questa prima edizione saranno membri della giuria: Massimo Carlotto (scrittore), Marco Drago (presidente Gruppo De Agostini), Claudio Giunta (docente e scrittore), Rosaria Renna (conduttrice radiofonica e televisiva) e Manuela Stefanelli (direttrice Libreria Hoepli).

Le scrittrici e gli scrittori che desiderano concorrere dovranno registrarsi sul sito dedicato al premio compilando il modulo di registrazione con tutti i dati personali richiesti. C’è tempo fino al 28 febbraio 2019. Il romanzo potrà essere inviato sia attraverso il sito web che tramite invio cartaceo. In quest’ultimo caso, il concorrente dovrà scaricare dal proprio profilo personale il modulo precompilato con i dati inseriti in fase di registrazione e inviarlo unitamente a due copie cartacee del dattiloscritto come indicato nel bando.

Il Premio DeA Planeta culminerà nella cerimonia di premiazione che si terrà il 15 aprile 2019 a Milano: una serata di letteratura e intrattenimento in cui verrà annunciato il vincitore, alla presenza della giuria e di esponenti del mondo editoriale e culturale.

«Desideriamo avviare una nuova importante tradizione nello scenario editoriale italiano e contiamo che la data del Premio possa essere segnata ogni anno sul calendario a fianco di quelle dei maggiori riconoscimenti letterari, con i quali non si intende competere, bensì condividere il medesimo obiettivo di incentivo alla diffusione della cultura letteraria in Italia» ha commentato Gian Luca Pulvirenti, amministratore delegato di DeA Planeta Libri.

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.