Il tuo browser non supporta JavaScript!
Editori

Happy Reading. La campagna di Penguin che mostra la bellezza dei libri «rovinati»

di Alessandra Rotondo notizia del 12 luglio 2019

Attenzione, controllare i dati.

Per salutare l’estate e la sua promessa di libri da sfogliare sotto al sole e di letture da concedersi nella quiete delle vacanze, Penguin – che appena qualche mese fa ci aveva ammaliati con il restyling della collana Monarchs – ha lanciato una bellissima campagna pubblicitaria dedicata ai Penguin Classics che, nell'ultima settimana di marzo, si era annunciata con l'apertura di un pop up store dedicato alla sola collana a Shoreditch, Londra.




Ideata dal direttore Sam Voulters e dal designer Tom Etherington, Happy Reading – questo il nome della campagna – vuole celebrare il legame unico e speciale che si sviluppa tra un lettore e il suo libro preferito: letto, riletto e  inevitabilmente «rovinato» nel corso degli anni. Per farlo ha fotografato i classici Penguin preferiti da una serie di artisti, musicisti e autori. Non i semplici titoli: proprio la specifica copia, compresa di sgualciture, orecchie, strappi e ogni segno dell’usura – e della lettura – che il proprietario ha lasciato impressi sul libro. Ad accompagnare, il commento o un aneddoto di ciascuno di loro a proposito del classico del cuore (c’è anche il fisico Carlo Rovelli tra i lettori prescelti, che così ha commentato La Repubblica: «Maledetto Platone: così tanto su cui non essere d’accordo, eppure tornare sempre a questo libro… »).

«Ogni lettore ha vissuto l’esperienza di innamorarsi di un libro» ha spiegato Sam Voulters a It’s Nice That. «Abbiamo voluto mostrare quelli che nel loro aspetto sono diventati una prova di queste relazioni e che raccontano storie al di là di quelle stampate sulle pagine». Naturalmente, usando l’hashtag #HappyReading sui social, ogni lettore potrà a sua volta condividere le foto delle sue felici e consunte letture del cuore.








L'autore: Alessandra Rotondo

Editor presso la redazione del Giornale della libreria. Mi sono laureata in Relazioni internazionali e specializzata in Comunicazione pubblica alla Luiss Guido Carli di Roma, poi ho conseguito il master in Editoria di Fondazione Mondadori, Unimi e Aie. Molti dei miei interessi coincidono con i miei ambiti di ricerca e di lavoro: i social media e la cultura digitale, il branded content, l'e-commerce, i libri non necessariamente di carta e l’innovazione in quasi tutti i suoi aspetti. Fuori e dentro Internet.

Guarda tutti gli articoli scritti da Alessandra Rotondo

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.