Il tuo browser non supporta JavaScript!
Editori

Guardando all'India

di G. Peresson notizia del 18 maggio 2010

Attenzione, controllare i dati.

I numeri sono ancora piccoli. Come piccoli erano – fino a pochi anni fa – quelli con la Cina. Ma sia l’acquisto di diritti di autori indiani sia la corrispondente vendita di autori italiani sono in crescita: +86% l’acquisto italiano, + 253% la vendita. Complessivamente il lettore italiano può scegliere oggi tra un’offerta, proposta da 36 case editrici e marchi editoriali, di 169 titoli di autori indiani. Nel 2006 abbiamo venduto 6 titoli, nel 2008 sono diventati 12. Sono queste alcune delle indicazioni del processo di internazionalizzazione dell’editoria italiana verso il mercato indiano emerse in occasione della partecipazione dell’India come Paese ospite al Salone del libro di Torino e presentate nel convegno «India nuove prospettive e opportunità» (qui il materiale Le vie dell’India). Restano importanti aspetti da affrontare e risolvere, con gli strumenti che altre editorie adottano: riduzione per le imprese dei costi di reperimento delle informazioni sulle reciproche produzioni; far convergere gli sforzi di pubblico/privato verso l’istituto della missione; procedure più snelle per favorire la traduzione dall’italiano. Oltre a maggiori fondi. La cessione di diritti è aumentata del 94% dal 2001 a oggi ma non altrettanto è avvenuto per i fondi disponibili.


Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.