Il tuo browser non supporta JavaScript!
Editori

Gli eredi di Goebbels fanno causa a Random House

di Antonio Lolli notizia del 23 aprile 2015

Attenzione, controllare i dati.

Il tribunale di Monaco oggi discuterà un caso di diritti letterari proveniente da uno dei periodi più bui del XX secolo. I protagonisti, infatti, sono gli eredi di Joseph Goebbels, ministro della Propaganda della Germania nazista tra il 1933 e il 1945, nonché braccio destro di Hitler, che si suicidò il 1°maggio 1945 insieme alla moglie, dopo aver avvelenato i suoi sei figli. Il contenzioso riguarda una biografia di Goebbels, pubblicata dalla Random House e scritta da Peter Longerich, un professore di storia tedesca a Londra, in cui si citano ampiamente i Diari del potente gerarca nazista.
Gli eredi di Goebbels richiedono, così, il pagamento delle royalties su questi scritti, suscitando la sorpresa della casa editrice che ha dichiarato di considerare immorale pagare per le parole di un criminale di guerra. Questa richiesta è stata inoltrata alla Random House dall’avvocato Cordula Schacht, figlia di Hjalmar Schacht, ministro dell’Economia della Germania nazionalsocialista tra il 1933 e il 1937.
La Random House, inoltre, ha dichiarato di essere pronta a versare l’1% degli incassi delle vendite a un’associazione che si occupi di assistenza alle vittime dell’Olocausto ma ha ottenuto un rifiuto sdegnato da parte della Schacht.
Sarà allora il tribunale a decidere se la casa editrice dovrà pagare i diritti alla famiglia Goebbels.

L'autore: Antonio Lolli

Editor presso la redazione del Giornale della libreria. Dopo la laurea in Ingegneria e l’esperienza di ricerca in ambito accademico svolta presso l’università di Bologna, seguo il mondo editoriale nelle sue diverse sfaccettature, con particolare interesse per il confronto tra le realtà dei diversi Paesi del mondo e per le ultime novità dal punto di vista produttivo e tecnologico.

Guarda tutti gli articoli scritti da Antonio Lolli

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.