Il tuo browser non supporta JavaScript!
Editori

Egea e Corriere della Sera ci portano alla scoperta del management

di Antonio Lolli notizia del 1 ottobre 2018

Attenzione, controllare i dati.

«Il nostro obiettivo è riportare in primo piano l'impresa e la cultura di impresa, come elemento di crescita e di civiltà. L'impresa è stata storicamente punto di riferimento sì economico, ma anche sociale: elemento identitario per le comunità di riferimento, di aggregazione, di relazioni, di sperimentazioni e creatività». Con queste parole Mirka Daniela Giacoletto Papas, amministratore delegato di Egea, mette in luce l’importanza di far conoscere e diffondere le tematiche legate alla gestione d’impresa e alle strategie necessarie per competere in una realtà così in rapido mutamento come quella di oggi.

La collana Il Management – lezioni, strumenti, storie, realizzata dalla casa editrice dell’Università Bocconi in collaborazione con l'inserto L'Economia del «Corriere della Sera» vuole rispondere proprio a questa esigenza. E lo fa con venti volumi in uscita ogni martedì – dallo scorso 18 settembre fino al 29 gennaio 2019 – e dedicati a un particolare aspetto della vita d’impresa.

«Oggi il mondo è diventato più grande, le relazioni più complicate, le tecnologie strumento/occasione di cambiamento profondo e la creatività da sola non basta: in una realtà come quella italiana, in cui la dimensione medio-piccola è prevalente, è importante per gli  imprenditori, e per gli aspiranti imprenditori, disporre di conoscenze che consentano loro di individuare nuove possibilità, tradurle in proposte industriali e commerciali e governarne il processo di realizzazione verso un successo di mercato. E la nostra collana, non a caso, propone “Lezioni, strumenti, storie”».


Com’è nata l’idea di dar vita a questa collana?

La cultura di management è nel dna dell'Università Bocconi  dalla sua nascita nel 1902 quando, avviando i primi corsi di economia aziendale, parlava di riportare «armonia tra la scuola e la vita». Nei  primi anni Settanta,  giovani e brillanti aziendalisti, in primis Claudio Demattè, iniziarono a studiare il modello di business school nate all'estero, in particolare statunitensi, avviando e sviluppando la SDA che oggi è un punto di riferimento internazionale per la cultura di management. Noi di Egea siamo orgogliosamente parte di questa cultura, che esprimiamo con apposite iniziative editoriali. E la collana Il Management è una di queste.


Quali sono le caratteristiche della collana?

La collana è costituita da venti volumi, snelli come dimensione, chiari come linguaggio, di agevole lettura perché teoria e pratica sono strettamente interconnesse, in modo da consentire anche a chi ha poco tempo di riconoscere ciò che sa di non sapere ma di cui avverte  di avere bisogno. Sono tutti testi originali, scritti da professori della Bocconi e della SDA Bocconi business school; gli argomenti scelti rappresentano il confine più avanzato delle riflessioni e delle esperienze maturate sul e nel mondo delle imprese. Quindi uno strumento utile sia sul piano culturale in generale ma anche sul piano operativo di chi deve affrontare ogni giorno scelte di gestione.


Quali sono i prossimi obiettivi e le novità che Egea ha in programma nei prossimi mesi?

Egea è presente nell'area della manualistica universitaria, nell'area professionale e manageriale (tra le realizzazioni principali vorrei ricordare la collana Cultura d'impresa, la collana che fa capo alla SDA Leading management e la rivista «Economia & Management», creata da Demattè oltre trent'anni fa) e nell'area socio-politica (con le collane Cultura e società, Frontiere e Itinerari). Di recente avvio, con il marchio BUP-Bocconi University Press, una collana interamente in inglese destinata al mercato internazionale e i Pixel, collana forte di oltre trenta titoli che offrono gli essenziali di ogni materia. L’obiettivo è continuare a diffondere i risultati degli studi e delle ricerche sviluppate in ambito universitario (dell’Università Bocconi, ma non solo) portando la cultura «fuori dalle mura», per stimolare domande, facendo scoprire nuovi mondi e possibilità, facendo re-innamorare la gente, tutta la gente, dei libri (non importa se di carta o digitali). Da sempre infatti il motto di Egea è: una guida di civiltà. In questa direzione vanno libri come Chi ha paura delle riforme  di Elsa Fornero  (oggi in ristampa), Noi contro di loro di Ian Bremmer, Sull'orlo del caos di Dambisa Moyo nonchè l'attesissimo nuovo saggio di  prossima pubblicazione Il terzo pilastro di Raghuram  Rajan.


L'autore: Antonio Lolli

Editor presso la redazione del Giornale della libreria. Dopo la laurea in Ingegneria e l’esperienza di ricerca in ambito accademico svolta presso l’università di Bologna, seguo il mondo editoriale nelle sue diverse sfaccettature, con particolare interesse per il confronto tra le realtà dei diversi Paesi del mondo e per le ultime novità dal punto di vista produttivo e tecnologico.

Guarda tutti gli articoli scritti da Antonio Lolli

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.