Il tuo browser non supporta JavaScript!
Editori

Crescono gli investimenti di De Agostini nell'extra settore. La controllata Igt quotata a Wall Street

di Antonio Lolli notizia del 9 aprile 2015

Attenzione, controllare i dati.

Debutto molto positivo alla Borsa di New York per la nuova International game technologies plc, azienda nata dalla fusione tra Gtech (la ex Lottomatica) e l'americana Igt. La società, controllata a maggioranza assoluta (52%) dal gruppo De Agostini, diventa così il nuovo colosso mondiale nel campo dei giochi regolamentati, delle lotterie e delle slot machine. Il primo giorno di quotazione alla New York Stock Exchange (Nyse) il titolo ha chiuso a 20 dollari, segnando un +13,6%.
L'accordo da 4,7 miliardi di dollari con cui Gtech ha rilevato la controparte americana è stato siglato a luglio scorso e ha portato alla nascita di un’azienda con un fatturato di 6 miliardi di dollari e 13 mila dipendenti. L’azienda manterrà tre sedi operative, di cui una a Roma e due negli Stati Uniti, mentre la sede legale sarà a Londra.
L’amministratore delegato della nuova Igt, Marco Sala, ha dichiarato che gli investimenti programmati ammontano a 300 milioni di dollari nella ricerca e lo sviluppo, mentre in tre anni saranno previste sinergie per 280 milioni.
Igt parte, quindi, con tutte le carte in regola per arrivare a ottenere importanti risultati in un business, quello del lotto e delle scommesse, che globalmente vale 350 milioni di dollari all’anno.

L'autore: Antonio Lolli

Editor presso la redazione del Giornale della libreria. Dopo la laurea in Ingegneria e l’esperienza di ricerca in ambito accademico svolta presso l’università di Bologna, seguo il mondo editoriale nelle sue diverse sfaccettature, con particolare interesse per il confronto tra le realtà dei diversi Paesi del mondo e per le ultime novità dal punto di vista produttivo e tecnologico.

Guarda tutti gli articoli scritti da Antonio Lolli

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.