Il tuo browser non supporta JavaScript!
Editori

Buchmesse, accordo con Cookbook Fair per la nascita di uno hub internazionale per l'editoria enogastronomica

di P. Sereni notizia del 15 dicembre 2014

Attenzione, controllare i dati.

L'editoria di cucina, come spesso abbiamo raccontato sul «Giornale della libreria» e come ha evidenziato anche un recente convegno dedicato al settore a Più libri, è uno dei settori più dinamici del panorama editoriale internazionale. A evidenziarlo ulteriormente è la notizia che Juergen Boos, direttore della Fiera del libro di Francoforte (a sinistra), e Edouard Cointreau, vice presidente del World Cookbook Fair (a destra) hanno siglato un importante accordo a lungo termine per valorizzare al meglio l’editoria enogastronomica anche all’interno della Buchmesse.
«Questa collaborazione si inserisce perfettamente nella strategia di Fiera del Libro di Francoforte per valorizzare i settori editoriali più rilevanti e aiutare i nostri clienti di espandere la propria rete di affari all’estero» ha commentato in una nota Juergen Boos.
La nuova partnership porterà alla nascita della Gourmet Gallery, nel padiglione 3.1, che si prefigge l’obiettivo di diventare un hub riconosciuto a livello internazionale per l'editoria culinaria. La misura dell’investimento reciproco è dato dall’impegno della Cookbook Fair che il prossimo anno concentrerà le proprie energie in Europa esclusivamente nella neonata partnership con la fiera limitando i propri eventi nel continente (restano invece confermati i Gourmand World Cookbook Awards 2015 in Cina).
Intanto la Buchmesse ci tiene ad anticipare alcuni dei servizi speciali che la nuova Gourmet Gallery offrirà ai visitatori tra cui un business center, un ricco programma di eventi e conferenze, presentazioni di libri e progetti futuri, mostre, e anche una cucina a vista.

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.