Il tuo browser non supporta JavaScript!
Editori

A scuola di rispetto. In Giappone, libri di tematica LGBT per le elementari

di Alessandra Rotondo notizia del 1 agosto 2017

Attenzione, controllare i dati.

La casa editrice giapponese Otsuki Shoten ha deciso di pubblicare una serie di quattro libri per avvicinare i bambini della scuola elementare alla conoscenza dell’universo LGBT. A riferirlo è il quotidiano online Japan Today: la decisione s’inserisce in una serie di misure promosse dal ministero dell’istruzione nipponico per favorire l’integrazione della comunità lesbica, gay, bisessuale e transgender fin dai primi anni di scuola e per incoraggiare il confronto tra insegnanti e bambini, bambini e bambini e insegnanti e insegnanti, indipendentemente dal loro orientamento sessuale. Anzi, favorendo il dialogo tra condizioni ed esperienze diverse.

I quattro volumi della serie, i cui autori sono Robert Rodi e Laura Ross, sono stati tradotti da Ueshida Ueda e saranno pubblicati sotto la supervisione della LGBT Law Federation. Lunghi circa 64 pagine ciascuno, verranno venduti a 2.160 yen per titolo (circa 19,40 dollari) e affronteranno aspetti diversi dell’esperienza LGBT. Dal significato della parola «transgender» all’esperienza vissuta in prima persona da chi compie il percorso di transizione dal sesso con cui è nato a quello nel quale si riconosce.


Molto rappresentate, nei libri di Rodi e Ross, sono anche le storie di coming out e la gamma di contesti, reazioni e situazioni che possono sviluppare: dalla serena accettazione del contesto amicale e familiare, all’incomprensione, alla frattura, alla piena ostilità. Yu Iwashita, il caporedattore della Otsuki Shoten, sottolinea quanto sia importante che questi libri vengano resi «prontamente disponibili nelle biblioteche e nelle scuole, per rispondere alle domande di chiunque se ne ponga».

Per i bambini più piccoli, invece, la Popular Publishing Co. di Tokyo ha pubblicato una serie didattica in tre volumi intitolata Iro-iro na Sei, Iro-iro na Ikikata (che significa «diversi orientamenti sessuali, diversi stili di vita»). Si tratta di libri illustrati in stile manga, caratterizzati dall’uso di colori vivaci e sgargianti.

L’intento è sempre il medesimo: aiutare l’integrazione e la comprensione del fenomeno, agevolare il dialogo, fornire agli insegnanti gli strumenti didattici adeguati. «Le indagini più recenti mostrano come in ogni classe, per ciascun ordine e grado del sistema scolastico giapponese, ci sia almeno uno studente proveniente da una famiglia LGBT» ha commentato un insegnante della prefettura di Tochigi: la scuola deve necessariamente disporre della conoscenza e degli strumenti adeguati per confrontarsi con questa realtà.

L'autore: Alessandra Rotondo

Editor presso la redazione del Giornale della libreria. Mi sono laureata in Relazioni internazionali e specializzata in Comunicazione pubblica alla Luiss Guido Carli di Roma, poi ho conseguito il master in Editoria di Fondazione Mondadori, Unimi e Aie. Molti dei miei interessi coincidono con i miei ambiti di ricerca e di lavoro: i social media e la cultura digitale, il branded content, l'e-commerce, i libri non necessariamente di carta e l’innovazione in quasi tutti i suoi aspetti. Fuori e dentro Internet.

Guarda tutti gli articoli scritti da Alessandra Rotondo

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.