Il tuo browser non supporta JavaScript!
Editori

5+1 imperdibili canzoni tratte dai libri

di Antonio Lolli notizia del 14 aprile 2015

Attenzione, controllare i dati.

Avete mai pensato che una canzone possa nascondere rimandi al vostro libro preferito? La musica e la letteratura hanno molti più punti di contatto di quanto si possa pensare. Basta ricordare che Pier Paolo Pasolini è stato anche autore di canzoni, collaborando con Sergio Endrigo per la canzone Il soldato di Napoleone e con Domenico Modugno per il testo di Che cosa sono le nuvole, così come il poeta e scrittore Roberto Roversi ha messo la propria penna al servizio della fantasia di Lucio Dalla e Francesco Guccini. Ma può succedere anche il contrario. Ovvero che sia un cantante a farsi contagiare da un romanzo o una poesia.
Ecco allora la classifica dei 5 brani musicali e album più famosi, sia italiani che internazionali, che hanno tratto ispirazione da altrettante opere letterarie. 

Non al denaro non all'amore né al cielo / Fabrizio de Andrè
Il grande cantautore genovese ha scritto questo album ispirandosi alle poesie dell’Antologia di Spoon River di Edgar Lee Masters, che in 244 poesie racconta, con tinte amare e disincantate, la vita delle persone sepolte in un indefinito cimitero americano. De André ha scelto nove di queste poesie e le ha trasformate in altrettante canzoni, tra cui La collina, Il suonatore Jones e Il chimico, dando così alla luce uno dei suoi album più amati e conosciuti. 

Rime of the Ancient Mariner / Iron Maiden
Questo è un binomio che non ci si aspetta: gli Iron Maiden e Samuel Taylor Coleridge. Sì proprio loro, il gruppo heavy metal britannico e il celeberrimo poeta inglese. La canzone degli Iron Maiden è tratta, infatti, dalla celebre La ballata del vecchio marinaio pubblicata da Coleridge nel 1798. La canzone è inserita in Powerslave, pubblicato nel 1984, uno degli album più venduti del gruppo. 

The ghost of Tom Joad / Bruce Springsteen
Questa famosa canzone, pubblicata daI Boss nel 1995 rilegge in chiave moderna il più famoso romanzo di John Steinbeck, Furore che è stato il bestseller numero 1 negli Stati Uniti nel 1939 e 1940. Per sfuggire dalla miseria, Tom Joad, il protagonista del romanzo si vede costretto a iniziare, insieme alla famiglia, un lungo viaggio che lo porterà da un lato all’altro degli States. 

City reading / Air
Il duo francese di musica elettronica composto da Nicolas Godin e Jean-Benoît Dunckel ha pubblicato nel 2003 questo Cd che è una sorta di colonna sonora recitata del romanzo City di Alessandro Baricco

Il gatto e la volpe / Edoardo Bennato
Chi non ha mai canticchiato questo famosissimo brano? Pubblicato nel 1977 rende un appassionato omaggio a Pinocchio, il protagonista del capolavoro di Carlo Collodi che ha fatto sognare generazioni di bambini (e anche di adulti).  

Bonus track: Le storie che non conosci / Samuele Bersani 
Non potevamo non concludere questa carrellata con una bonus track. Si tratta di Le storie che non conosci, un vero e proprio omaggio di #ioleggoperché, la grande iniziativa di promozione della lettura lanciata da Aie, al felice rapporto tra musica e letteratura. Il brano racconta la storia di un libro che nel corso della sua vita attraversa i mari dell'immaginazione.
Samuele Bersani insieme a Francesco Guccini e Pacifico ha firmato la colonna sonora dell’iniziativa che culminerà nel maxi-evento di lunedì 23 aprile, quando, per festeggiare la Giornata mondiale del libro e del diritto d'autore, Rai Tre trasmetterà, in diretta da Milano, una serata dedicata alla lettura. Tanti saranno gli scrittori e i musicisti che si alterneranno, introdotti da Pierfrancesco Favino: da Vinicio Capossela a Umberto Eco da Luis Sepulveda a Gianrico Carofiglio da Carmen Consoli a Neri Marcorè passando per Emis Killa, Alessandro Bergonzoni e Malika Ayane. 
Ma non è tutto perché il ricavato della canzone, già disponibile negli store digitali, sarà devoluto in beneficenza alla Fondazione Lia per finanziare laboratori per bambini non vedenti e ipovedenti a Bologna. 

 

L'autore: Antonio Lolli

Editor presso la redazione del Giornale della libreria. Dopo la laurea in Ingegneria e l’esperienza di ricerca in ambito accademico svolta presso l’università di Bologna, seguo il mondo editoriale nelle sue diverse sfaccettature, con particolare interesse per il confronto tra le realtà dei diversi Paesi del mondo e per le ultime novità dal punto di vista produttivo e tecnologico.

Guarda tutti gli articoli scritti da Antonio Lolli

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.