Il tuo browser non supporta JavaScript!
Distributori

Su Google Play arrivano gli audiobook (anche in Italia)

di Alessandra Rotondo notizia del 25 gennaio 2018

Attenzione, controllare i dati.

Un paio di giorni fa, Google ha aperto la sezione audiolibri sul suo Play Store, rendendola disponibile (per il momento) in 45 Paesi, con titoli in 9 lingue diverse. L’ingresso del colosso di Mountain View nel mercato dell’audiolibro da un lato conferma il dinamismo e la crescita del fenomeno, dall’altro introduce un giocatore importante sulla scacchiera dei contenuti «in ascolto».

I titoli attualmente disponibili per il mercato anglofono coprono un range di prezzo che va dai 15 ai 35 dollari. Sullo store italiano, invece, gli audiolibri acquistabili – ad oggi una cinquantina e quasi tutti pubblicati dalla Emons – costano dai 99 centesimi ai circa 13 euro. Nessuna formula di abbonamento sembra essere stata prevista, almeno per ora.

L’ascolto degli audiobook comprati sul Google Store promette di essere pratico e agevole e potrà essere ripreso ogni volta dal punto in cui era stato sospeso, da qualsiasi dispositivo o software utilizzati (purché si sia loggati con il proprio account). Dai device mobili che montano Android alla Chromecast, dalle tecnologie wearable a quelle Bluetooth, dal riproduttore integrato nel Play Store al laptop.

Totale anche l’integrazione con l’assistente vocale di Google, benché per il momento disponibile solo per la versione in lingua inglese del servizio. Basterà dire «Ok Google, read my book» per attivarlo, tanto su smartphone quanto sugli smart speaker Home o Home Mini. Sempre tramite comando vocale si potrà sospendere la lettura oppure ottenere maggiori informazioni sull’autore, e persino impostare un timer per l’ascolto della buonanotte («Ok Google, smetti di leggere tra 20 minuti»).

Google ha scelto senza dubbio un buon momento per entrare nel mercato degli audiobook, che è il segmento in più rapida crescita nel settore dell'editoria digitale. Gli Stati Uniti, in particolare, sono il bacino di assorbimento maggiore per questo tipo di formato. È lì che nel 2017 l’audiolibro ha totalizzato oltre 2,5 miliardi di dollari di vendite, in aumento rispetto ai già consistenti 2,1 miliardi del 2016. Peraltro, secondo la Audiobook Publishers Association, nel 2016 il 24% degli americani (più di 67 milioni di persone) aveva completato l’ascolto di almeno un audiobook, con un incremento del 22% rispetto all’anno precedente. Nel 2017 la quota è cresciuta ancora, stando alle dichiarazioni della direttrice esecutiva Michele Cobb, raggiungendo il 26%.

L'autore: Alessandra Rotondo

Laureata in Relazioni internazionali e specializzata in Comunicazione pubblica alla Luiss Guido Carli di Roma, ho conseguito il master in Editoria di Fondazione Mondadori, Unimi e Aie. Da diversi anni mi occupo di contenuti, dal 2015 al Giornale della libreria. Molti dei miei interessi coincidono con i miei ambiti di ricerca e di lavoro: i social media e la cultura digitale, il branded content, l'e-commerce, i libri non necessariamente di carta e l’innovazione in quasi tutti i suoi aspetti. Fuori e dentro Internet.

Guarda tutti gli articoli scritti da Alessandra Rotondo

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.