Il tuo browser non supporta JavaScript!
Distributori

La partnership tra Libranda e Vivlium guarda all’e-learning

di Alessandra Rotondo notizia del 1 febbraio 2018

Attenzione, controllare i dati.

Vivlium è una piattaforma spagnola di e-learning che mette in contatto chi vuole insegnare con chi vuole apprendere, fornendo uno spazio digitale nel quale è possibile approfondire i più diversi temi d’interesse. Gli «insegnanti» sono gli stessi utenti della piattaforma che, dopo aver compilato un questionario e sostenuto un colloquio con un membro del team, possono iniziare a caricare materiali (dagli e-book agli eserciziari, dai video singoli a veri e propri corsi strutturati in diverse unità e percorsi di conoscenza) sugli argomenti di loro competenza: cinese mandarino, public speaking, fantacalcio, marketing, greco antico, arti marziali… nessun limite rispetto alle «materie» d’insegnamento.

Libranda, invece, è il principale distributore di libri elettronici e audiolibri attivo sui mercati ispanofoni. Nato nel 2010 su impulso dei maggiori attori dell’industria libraria in Spagna, attualmente copre – con i servizi offerti – l’intera filiera della distribuzione digitale: dal controllo di qualità sui metadati al marketing, dal prestito bibliotecario digitale alla gestione degli store on line, dalla protezione dei file (watermark, DRM) al versante subscription.

Le due realtà hanno recentemente formalizzato un accordo che consentirà ai principali editori di non fiction in lingua spagnola di commercializzare i propri contenuti sulla piattaforma Vivlium. Stando al comunicato che annuncia la partnership, «le opere di moltissimi editori avranno la possibilità di incontrare gli interessi di circa 700 milioni di utenti alla ricerca di apprendimento».

L’accordo tra Vivlium e Libranda arriva al termine di un progetto pilota condotto dalle due piattaforme nei mesi passati, che ha coinvolto quasi 300 case editrici nella pubblicazione – sulla piattaforma di e-learning – di 14 mila libri elettronici. Ma il passo che si vuole compiere oggi è ulteriore, e punta al superamento dell’e-book e all’approfondimento di altri linguaggi e formati digitali.

Le risorse ospitate su Vivlium sono nella maggior parte dei casi di natura ipermediale e interattiva e anche i contenuti proposti dagli editori dovranno avere le stesse caratteristiche. A questo scopo, la piattaforma metterà a disposizione in maniera gratuita strumenti di editing, creazione ed elaborazione per consentire loro di ripensare i libri nel contesto digitale, adattandoli alle logiche multipiattaforma e multidispositivo di Vivlium. Un’altra opportunità che gli editori potranno cogliere è quella dell’apertura di canali tematici dove costruire e proporre percorsi di apprendimento completi e complessi, articolati in risorse e contenuti differenti.

In un contesto – professionale quanto privato – dominato dall’esigenza della formazione continua e dell’approfondimento, quella dell’apprendimento digitale è una sfida che il settore editoriale (l’industria dei contenuti per eccellenza) deve necessariamente accettare. Nei prossimi sei mesi, un catalogo di 180 autori di non fiction, già parte della scuderia di Libranda, approderà su Vivlium sorretto da una campagna marketing molto importante e ripensato per l’ambiente digitale della piattaforma.

«L'e-learning genererà un fatturato di 240 mila milioni di dollari da oggi al 2023 – rivela un portavoce di Libranda – in particolare attraverso telefoni cellulari e dispositivi indossabili, che cresceranno al ritmo del 46% all'anno in Paesi come gli Stati Uniti. Mentre il formato video ha rappresentato, già nel 2017, circa il 70% di tutto il traffico web».

L'autore: Alessandra Rotondo

Editor presso la redazione del Giornale della libreria. Mi sono laureata in Relazioni internazionali e specializzata in Comunicazione pubblica alla Luiss Guido Carli di Roma, poi ho conseguito il master in Editoria di Fondazione Mondadori, Unimi e Aie. Molti dei miei interessi coincidono con i miei ambiti di ricerca e di lavoro: i social media e la cultura digitale, il branded content, l'e-commerce, i libri non necessariamente di carta e l’innovazione in quasi tutti i suoi aspetti. Fuori e dentro Internet.

Guarda tutti gli articoli scritti da Alessandra Rotondo

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.