Il tuo browser non supporta JavaScript!
Distributori

Kindle Direct Publishing apre alla pubblicazione in arabo

di Alessandra Rotondo notizia del 27 dicembre 2017

Attenzione, controllare i dati.

Dalla sua nascita – contestuale a quella del Kindle: ormai dieci anni fa – Kindle Direct Publishing (KDP per gli amici) ne ha fatta di strada. La piattaforma di self publishing per e-book di proprietà di Amazon, come è noto, consente all’utente, dopo essersi registrato, di caricare la propria opera in uno dei molti formati supportati (dal .txt al .mobi, passando per il .doc). Inizia così il processo di pubblicazione che prevede l'inserimento dei metadati che descrivono il libro (ad esempio il titolo e l'autore), la creazione della copertina attraverso l'editor presente sul sito, la conferma di essere in possesso di tutti i diritti di pubblicazione e, infine, l'impostazione dei prezzi. Dopo aver inserito tutte le informazioni obbligatorie, l'utente termina il processo inviando l'e-book al circuito distributivo Kindle Store. Amazon indica un tempo di massima di circa 72 ore perché il libro possa essere acquistato online.

Attualmente, la piattaforma parla più di 30 lingue e, dal 2016, ha aggiunto alla soluzione digitale l’opzione paperback, che consente all’autore di autopubblicarsi anche in forma cartacea senza abbandonare KDP. Ma l’evoluzione del programma è passata (e passa) anche per una ridiscussione delle royalties riconosciute agli autori (dal 35% iniziale a quote progressivamente maggiori, benché assoggettate a precise condizioni).  Per l’ideazione di proposte come quella di KDP Select, che – in cambio dell’esclusiva – accorda all’autore vantaggi distributivi e commerciali. Per Kindle Unlimited o, ancora, per iniziative come Kindle Scout, che dal 2014 sceglie i titoli da pubblicare sotto il marchio Kindle Press con un sistema guidato dai rating dei lettori. Insomma, se è vero che il fenomeno dell’autopubblicazione precede, e di gran lunga, la nascita del colosso di Bezos, è altrettanto vero che il self publishing così come lo intendiamo oggi ha un’enorme correlazione con la nascita e lo sviluppo del Kindle e di KDP.

È notizia di questi giorni che la piattaforma sta ampliando ancora la sua area linguistica, lanciando un programma per il caricamento (e quindi la distribuzione) di e-book in lingua araba. Queste pubblicazioni digitali avranno un font incorporato che permetterà agli utenti arabofoni di aumentare la dimensione del testo, di regolare i margini e di disporre di tutte quelle personalizzazioni alle quali il Kindle user è ormai abituato. Gli e-book potranno essere letti su Kindle, Fire e diverse app Kindle per Android e iOS.

Il programma, per il momento in beta, accetta per il caricamento solo testi in .doc e non, per esempio, e-book preesistenti. Una volta completato il processo, il libro sarà disponibile per la vendita in tutti i Paesi coperti da Kindle Direct Publishing o potrà entrare a far parte dell’offerta Kindle Unlimited. Per dare all’autore un’idea di come apparirà la sua pubblicazione in arabo su miriadi di schermi dal formato diverso è stato ugualmente aggiornato il Kindle Previewer, lo strumento per la visualizzazione in anteprima di KDP.

In passato, l’unico modo per leggere libri in lingua araba sul Kindle era scaricare un .pdf dalla rete e procedere con una conversione manuale. A partire da adesso, Amazon venderà autopubblicati in arabo con un font nativo: un bel passo in avanti. Peraltro in una direzione consistentemente suggerite, negli ultimi anni, dalle richieste degli utenti Kindle.

L'autore: Alessandra Rotondo

Editor presso la redazione del Giornale della libreria. Mi sono laureata in Relazioni internazionali e specializzata in Comunicazione pubblica alla Luiss Guido Carli di Roma, poi ho conseguito il master in Editoria di Fondazione Mondadori, Unimi e Aie. Molti dei miei interessi coincidono con i miei ambiti di ricerca e di lavoro: i social media e la cultura digitale, il branded content, l'e-commerce, i libri non necessariamente di carta e l’innovazione in quasi tutti i suoi aspetti. Fuori e dentro Internet.

Guarda tutti gli articoli scritti da Alessandra Rotondo

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.